Chi siamo

SINTESI DEL PROGETTO "KAUSAYA"


Organizzazione proponente

Comitato Kausaya


Solidarietà con i Campesinos Boliviani

Sede

24050 – ZANICA – Via Liguria, 16

Codice fiscale

95122220163

Natura giuridica

Comitato- costituito il 12/02/2001, composto da volontari che operano in Italia

Organi costitutivi

Assemblea del Comitato - Consiglio Direttivo

Responsabili

Presidente: Ferrari Giuseppe (Pippo) – tel. 035/672236–email: gs.fer@libero.it

Campo d'azione

Sociale – Settore agricolo

Finalità

Il Comitato ha la finalità di promuovere e realizzare iniziative a sostegno della promozione sociale, contribuendo a concretizzare occasioni per una vita vissuta in dignità da popolazioni che ancora oggi soffrono per mancanza dei beni primari necessari al vissuto quotidiano.

Il Comitato è senza scopo di lucro

 

 

 

Obiettivo

L'obiettivo è sostenere lo sviluppo produttivo agricolo della comunità di Kausaya in Bolivia, sviluppo che consenta sia l'autosufficienza alimentare sia di vivere con il ricavato dei loro prodotti, nel rispetto della cultura locale, in un'ottica di progressiva autogestione comunitaria.

La località di Kausaya si trova a 70 Km da La Paz, in provincia di Ingavi, ad un‘altitudine di 3800 metri e si estende su un'area potenzialmente coltivabile di circa 500 ettari, più una zona collinare, che raggiunge i 4200 metri, di altrettanti ettari adibita a pascolo.

La Comunità è formata da circa 70 famiglie per un totale di circa 400 persone.

Attività 

 

Aggiornato al 07 agosto 2011

Realizzazione di un microprogetto, che si sviluppa in progress, con tappe di verifica e valutazione ; partner l'Associazione “Aymara” di Kausaya che raggruppa famiglie di campesinos impegnati in pratiche innovative di coltivazione e allevamento animali anche attraverso l'impiego sperimentale di attrezzature, macchine agricole e sementi.

1a fase (2000/2005) – Una delle azioni fondamentali intraprese dal progetto è stata quelle di avviare l'utilizzo di mezzi meccanici agricoli per migliorare le tecniche e le rese di coltivazione , incrementare la zootecnia e, di conseguenza il potenziamento dei prodotti dell'allevamento

Sono state inviate macchine agricole e sementi, sperimentate coltivazioni, si

è dato inizio all' allevamento del bestiame, si sono apportate migliorie igienico sanitarie alle abitazioni(dotandole di servizi igienici e acqua potabile), scavato due pozzi per l'acqua

2° fase (2006/2010) – prevede l'allargamento sociale dell'Associazione Aymara anche attraverso l'avviamento di attività produttive di trasformazione prodotti agricoli (es.laboratorio caseario) nonché di strutture indispensabili per il miglioramento delle condizioni di vita

Nel 2007 è stato ospite per sei mesi in Italia un giovane campesino, Raul, per uno stage di meccanica, zootecnia e tecnica casearia.

Per un periodo di due anni (2007/2008) un tecnico boliviano “agronomo - zootecnico” è stato inserito nel progetto per il miglioramento della produttività e della qualità produzione latte. É stato pure inserito per un periodo di tre mesi un tecnico caseario per la selettività dei prodotti lattiero-caseari. E' stato realizzato anche un terzo pozzo

Nel 2008 si è potenziata la linea elettrica per il funzionamento dei motori (pozzo, mungitrice, caseificio).

Nel 2009 si è iniziato la sperimentazione della mungitura meccanica per migliorare la resa di mungitura e ottenere un prodotto pulito, in vista della futura certificazione sanitaria. Il volontario che segue il progetto si è impegnato ad apprendere la lavorazione formaggi, nel mese di ottobre/dicembre ha potuto aiutare Raul a migliorare la produzione e a preparare nuovi prodotti, inoltre si sta continuando con esperimenti di semina varietà cereali provenienti dall'Italia per valutare l'adattamento al clima e se possibile, tentare di produrre sementi in loco (i risultati del raccolto 2010 sono soddisfacenti, mentre bisognerà insistere per la produzione di sementi).

All'inizio 2011 si è dato corso all'acquisto di una cella per la maturazione dei formaggi, all'acquisto di una caldaia da 140 lt. per le cagliate e la pastorizzazione, all'acquisto di una imballatrice con il raccoglitore più ampio per poter imballare avena e orzo, quest'ultima macchina si é resa necessaria per il raccolto, dopo aver constatato la mancanza di mano d'opera e il costo molto elevato della medesima quando è reperibile (tutto questo materiale è ora in funzione a Kausaya).

Negli ultimi mesi una campesina del gruppo, aiutata da Raul con la collaborazione del Ministero de Asuntos Campesinos, ha sviluppato un corso di caseificio.

Il campesino Raul, che è stato in Italia, sta ora preparando un corso aperto ai giovani del posto che riguarda l'utilizzo delle macchine agricole e lezioni tecnico-pratiche di coltivazione dei terreni e allevamento bestiame.

 

Un volontario del comitato segue i campesinos di persona, si reca in Bolivia ogni anno con una permanenza media di tre/sei mesi, lavorando con loro, controllando la sperimentazione delle coltivazioni, facendo apprendere le regole di gestione dell'attività avviata, tutto ciò con gradualità, guidandoli verso l'autonomia.

 

Questi interventi stanno dando risultati positivi che permettono ai campesinos di sostenere autonomamente alcuni costi di produzione.

Offerte / donazioni

finalizzati al

progetto

Banca della Bergamasca - Sede Zanica –

c/c 11342 – IBAN: IT 59 0089 4053 7800 0000 0011 342 - intestato a: Comitato Kausaya

Per usufruire le detrazioni fiscali:

c/c postale: 10855252 intestato a Cuore Amico Fraternità – ONLUS – Brescia

Causale obbligatoriaProgetto Campesinos Comitato Kausaya

Sito per ulteriori informazioni

www.kausaya.it

Per contatti in Bolivia

Raul Yujra Quispe;

Cell.00591 72529669; E-mail: ryujra@hotmail.com

   


Webmaster: Nespoli Matteo - Tel. 340-7414657 Area RiservataLast Upd. sabato 31 maggio 2014